Chi è di scena

La compagnia La Gaffe presenta

Il Vantone

ovvero il Miles Gloriosus di Plauto nella traduzione di Pier Paolo Pasolini

regia di Paola Ronga

dal 7 al 11 febbraio 2018

dal mercoledì al venerdì ore 20,45
sabato ore 16,45 e ore 20,45
domenica ore 16,30

Biglietti: intero € 15, ridotto € 10

L’intero ricavato dello spettacolo di giovedì 8 sarà devoluto alla Susan G. Komen Italia per la lotta ai tumori del seno

 

La Vanagloria del fanfarone

Il “Miles Gloriosus” di Plauto è una storia molto semplice. Un militare fanfarone viene raggirato da un servo furbo che lo manipola stuzzicandone la vanità. A questo impianto drammaturgico, che ha oltre 22 secoli, hanno attinto molte opere successive, che hanno sfruttato le maschere e le figure create da Plauto.

Anche Pasolini nel 1963 ha voluto confrontarsi con il Miles e in sole tre settimane ha tradotto il testo plautino, con l’intenzione di affidarlo a un grande interprete come Vittorio Gassman.

Tuttavia non si tratta di una semplice traduzione perché Pasolini non è un traduttore. Pasolini è un uomo di Teatro e di elaborazione intellettuale.  La scelta del dialetto romanesco, contaminato dalla nobiltà della rima, trasporta il Miles in un contesto urbano moderno, “sanguignamente plebeo”, senza perdere la carica evocativa del testo: ecco, proprio come Pasolini concepiva la sua Arte, reale e attuale, ma con tutto lo slancio della fantasia e dell’elaborazione poetica.